Breve storia del pane

  • Fiabe Della Buonanotte; Il Più Grande Libro Di Racconti Per Addormentare I Vostri Bambini Con Un Sorriso
  • 365 giorni di storie belle e brevi da leggere o ascoltare al calduccio, sotto le coperte. Ediz. illustrata
  • Pan
  • Impara l'Inglese Leggendo dei Brevi Racconti: 10 Storie in Inglese e Italiano, con gli Elenchi dei Vocaboli
  • Guazzabuglio: Storie Brevi
  • Peter Pan di James Barrie
  • Jooheli Taglierino per Pane, Lama Pane Coltello da Pane Coltello Pane Bread Lame con 10 Lame in Acciaio Inossidabile per Cuocere per Pane o Pane
    🥨 10 lame intercambiabili in acciaio inossidabile: Le lame in acciaio inossidabile di alta qualità sono affilate e resistenti e il numero di sostituzioni e utilizzi è sufficiente. La lama è stabile durante l'uso, non facile da spingere e oscillare e facile da tagliare. 🥨 Due coltelli da pane: Sostituzione perfetta per il vecchio coltello da pasta affilato. Il manico rotondo è adatto per motivi curvi e il manico piatto è adatto per motivi diritti. Questo strumento per la lama del pane consente di tagliare e intagliare con precisione su più modelli fai da te. 🥨 ARTIGIANATO METICOLOSO: Splendidamente progettato. Modello antiscivolo e design ergonomico, facile da impugnare, nessun peso per un uso a lungo termine, e il tagliapane è dotato di una copertura protettiva in pelle e plastica che può impedire alla lama di ferirsi le mani e mantenerla pulita durante lo stoccaggio. 🥨 Ottima scelta per gli amanti della pasticceria: puoi preparare una varietà di cibi deliziosi, pane, pizza, frittelle con la famiglia e gli amici e goderti il tuo tempo! 🥨 Cosa otterrai: 2 * Taglierino per Pane; 10 * Lame intercambiabili in acciaio inossidabile (dieci in totale); 1 * carta raschietto per pasta; 1 * pennello in silicone.
  • Sei unico e puoi raggiungere ciò che vuoi!: Un libro per bambini che ispira il coraggio, i sogni, la fiducia in se stessi e il potenziale illimitato ... in tutti noi (regalo per ragazze e ragazzi)
  • 365 storie della buonanotte. Ediz. a colori
  • Peter Pan. Ediz. a colori

Se siete dei buongustai e degli amanti della storia, allora quest’articolo è fatto proprio per voi. Quest’oggi voglio cercare di fare una brevissima storia del pane dall’antichità ai giorni nostri.

Siete pronti? Allora direi che è arrivato il momento di cominciare!

Le origini: l’Egitto e la Mesopotamia

Egitto e la Mesopotamia

Ovviamente le prime testimonianze sicure della produzione di pane si hanno nell’Antico Egitto e in Mesopotamia. Pensate che il codice di Hammurabi – celebre per essere il più antico codice di leggi di cui siamo a conoscenza – cita espressamente pane, focacce di orzo germinato e birra. Siamo ancora lontani dal pane che conosciamo oggi: pensate che il lievito non era ancora utilizzato e che per far lievitare l’impasto si usavano gli avanzi della pasta del giorno prima. Il risultato è un impasto di farina non lievitata, schiacciata e cotta.

Greci, Fenici ed Etruschi

È solamente verso il IV secolo avanti Cristo che il lievito comincia a essere commercializzato, diventando un ingrediente di uso comune.
I Greci cuocevano oltre sessanta varietà di pane, gli Etruschi coltivavano grano tenero di qualità tale da prestarsi benissimo alla panificazione, i Fenici consumavano grano sotto forma di pane e gallette. Insomma cominciamo ad avvicinarci al pane moderno, anche se c’è ancora un po’ di strada da fare!

L’impero di Roma

impero di Roma

Durante l’epoca di Roma i progressi tecnologici sono piuttosto buoni. Nel 147 a.C. è fondata la prima corporazione dei fornai con il nome di Collegium pistorum o Corpus pistorum. All’epoca di Augusto si contano 300 botteghe e diversi tipi di pane, considerato all’epoca un alimento estremamente nutriente, a seconda della classe sociale di apparenza – leggi anche Perchè comprare un frullatore.

XIII secolo

Nel 1202 entra in vigore la prima legge che regola il prezzo del pane, conseguenza delle ricorrenti carestie che spingevano i furbetti ad alzare un po’ troppo i prezzi… Ancora nel XIII secolo vi sono diversi tipi di pane, destinati ad una particolare classe sociale. Ad esempio, in Inghilterra c’era il pane dei nobili ed il clero con impressa su ogni pagnotta la figura di Cristo; il pane wastel per i borghesi ; il black di segale o una mistura d’orzo per i più poveri.

Le rivoluzioni: la presa della Bastiglia e l’industria

presa della Bastiglia

Il motto della rivoluzione è Liberté, égalité et fraternité e non a caso viene creato un pane democratico, uguale per tutti a prescindere dalla ricchezza. La rivoluzione industriale cambia tutto, agli inizi del XIX secolo la farina comincia a essere prodotta industrialmente.

IL XX secolo

Purtroppo il consumo di pane cala progressivamente. Pensate che all’inizio del secolo gli italiani mangiavano quasi mezzo chilo di pane al giorno, nel 1970 erano già scesi a 200 grammi, ora non arriviamo nemmeno ai cento grammi. Questo fenomeno non avviene solamente in Italia, ma in tutti i paesi Occidentali a causa del falso-mito che il pane faccia ingrassare. Fortunatamente questo trend sta calando ed ora è anche possibile produrre del pane in casa, grazie a strumenti appositi come la macchina per il pane.

Guarda anche …