Come funziona il vapore per un ferro da stiro?

Il vapore e la sua erogazione sono un fattore molto importante per il funzionamento di un ferro da stiro. Sicuramente ti sarai chiesto più volte quale sia il suo scopo. Scopriamolo insieme in questo breve articolo.

Vapore e prestazioni

L’erogazione del vapore è necessaria per influenza la velocità di stiratura, ma anche per disciplinare le pieghe più difficili.

Se ti interessa valutare un ferro da stiro che sia in grado di erogare bene il vapore, ci sono diversi elementi da tenere in considerazione.

Innanzitutto, potresti tenere a mente l’erogazione continua. Si tratta della quantità di vapore erogato in modalità continua, e si misura in grammi al minuto. Un buon valore è quello di 30 grammi al minuto. Al di sotto di questo, il lavoro potrebbe risultare meno fluido e il ferro da stiro meno in grado di tenere a bada le pieghe più difficili. Alcuni brand produttori di modello da storio si riferiscono altrimenti a questo vapore come “vapore variabile”.

Il colpo vapore è invece più comunemente conosciuto come super vapore. Si tratta del getto massimo erogabile dal tuo ferro da stiro ad invernali. La sua funzione è quella di appianare le pieghe più difficili. In genere, consigliamo un valore di almeno 200 grammi al minuto.

Il vapore verticale è invece un valido aiuto per chiunque abbia bisogno di vaporizzare capi difficili da lavorare. È il caso di tende, camicie o tessuti di grandi dimensioni. È importante controllare che il tuo ferro da stiro disponga di questa funzione, poiché al momento non tutti i modelli la supportano. Se il tuo modello è un ferro da stiro verticale, allora non avrai bisogno di controllare, e potrai anzi contare su un vapore verticale eccellente!

Il vapore è il cuore del funzionamento del tuo ferro da stiro. Capirne l’importanza significa anche sapere come individuare il modello più adatto alle tue esigenze!

Leggi anche: Come scegliere un altoparlante Bluetooth?

Pubblicato in Casa